Il Direttore esecutivo del PAM arriva in Sudan nel corso della sua prima missione in Africa

Udgivet på 25 april 2007

Khartoum, 25-04-07 (comunicato stampa) - Josette Sheeran, dall’inizio di aprile a capo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM), giunge oggi in Sudan per colloqui con il governo e per verificare l’andamento dell’assistenza alimentare nella regione occidentale del Darfur e nel sud. Si tratta della sua prima visita in Africa in qualità di Direttore Esecutivo del PAM.

Il Sudan rappresenta la più ampia operazione del PAM nel mondo e una delle priorità del mio nuovo incarico è verificare di persona il nostro operato e incontrare alcuni beneficiari della nostra assistenza. Quest’anno contiamo di fornire assistenza alimentare nel paese a 5,5 milioni di personeJosette Sheeran, Direttore Esecutivo del PAM
“Il Sudan rappresenta la più ampia operazione del PAM nel mondo e una delle priorità del mio nuovo incarico è verificare di persona il nostro operato e incontrare alcuni beneficiari della nostra assistenza. Quest’anno contiamo di fornire assistenza alimentare nel paese a 5,5 milioni di persone”, ha detto Sheeran.

Sheeran è arrivata a Khartoum proveniente dall’Etiopia dove ha parlato di fronte a economisti, commercianti ed esperti di mercato sugli approvvigionamenti in loco per l’assistenza alimentare e le ricadute positive che essi possono avere sullo sviluppo sociale, favorendo l’accesso ai mercati degli agricoltori poveri e aiutando a porre fine alla insicurezza alimentare cronica.

A Khartoum, si è incontrata con rappresentanti del governo e con il personale del PAM prima di mettersi in viaggio per il nord Darfur e il sud Sudan.

Nel nord del Darfur, Sheeran si recherà a Kutum, circa 100 chilometri a nord-ovest di El-Fasher, per visitare il campo di sfollati di Kassab, incontrare le donne del campo e distribuire piccole macine per il grano. Oltre 22.000 sfollati ricevono il cibo del PAM a Kassab; di questi, l’ottanta per cento sono donne. Lo scorso mese il PAM ha dato da mangiare a oltre 2 milioni di sfollati nel Darfur.

Domani il Direttore Esecutivo del PAM si recherà a Juba, nel sud. Sono previsti incontri con rappresentanti del governo, incluso quello con il ministro per le Strade e i Trasporti, Rebecca Garang, e la visita alle scuole assistite dai programmi di alimentazione scolastica dell’agenzia ONU.

All’inizio di aprile il PAM ha annunciato un mutamento nella sua strategia di assistenza alimentare in sud Sudan. La fine del conflitto nord-sud nel 2005 e 2 anni di buon raccolto hanno ridotto il bisogno di un’assistenza alimentare d’emergenza, sollecitando l’agenzia ad un maggiore impegno per la ricostruzione e lo sviluppo.

“Con la fine della guerra nel sud Sudan, finalmente la gente può ricostruirsi una vita. Lavoreremo al loro fianco per aiutarli a superare la dipendenza dall’assistenza alimentare sino a una completa autosufficienza”, ha detto Sheeran.

I programmi di alimentazione scolastica in sud Sudan, quest’anno triplicheranno, dando assistenza a 450.000 studenti, mentre i progetti di “cibo in cambio di lavoro” aumenteranno del 25 per cento nel sud. Quest’anno il PAM prevede di fornire razioni alimentari per tre mesi a 430.000 persone che si prevede rientrino nel sud per ricostruirsi una nuova vita.

Dopo i tre giorni di visita in Sudan, Sheeran si recherà in Ciad per incontri a N’Djamena.